Isolamento Acustico

Legge 26 Ottobre 1995 n° 447

In data 30 Ottobre 1995 è stata pubblicata la "Legge quadro sull'inquinamento acustico" - Legge 26 Ottobre 1995 n° 447 - che stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dal rumore prodotto dall'ambiente esterno e dall'ambiente abitativo, ai sensi e per gli effetti dell'art. 117 della Costituzione.

 

Art.1 - Campo di applicazione

Il D.P.C.M. 5 dicembre 1997

In attuazione dell'art. 3 della Legge 447/95, il decreto determina i requisiti acustici delle sorgenti sonore interne agli edifici e i requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti in opera, con lo scopo di ridurre l'esposizione umana al rumore.

I requisiti acustici di sorgenti sonore diverse da quelle sopra indicate sono invece determinati da altri provvedimenti attuativi della legge 447/95.

 

Art.2 - Definizioni

Ai fini applicativi del decreto, gli ambienti sono distinti nelle categorie indicate nella tabella A.
Inoltre sono definiti "componenti" degli edifici sia le partizioni orizzontali che quelle verticali.

 

                      

 

 

Art.3 - Valori limite

Al fine di ridurre l'esposizione umana al rumore, sono indicati nella Tabella B i valori limite delle grandezze che determinano i requisiti acustici passivi dei componenti degli edifici e delle sorgenti sonore interne, definiti nell'Allegato A del D.P.C.M.

 

                        

 

 

Le grandezze di riferimento riportate nella Tabella B, che caratterizzano i requisiti acustici degli edifici, da determinare con misure in opera, sono:

  • il tempo di riverberazione (T);
  • il potere fonoisolante apparente di elementi di separazione tra ambienti (R'). Tale grandezza rappresenta il potere fonoisolante degli elementi di separazione tra alloggi e tiene conto anche delle trasmissioni laterali (dB).
  • Dai valori R', espressi in funzione della frequenza (terzi di ottava), si passa all'indice di valutazione R'W del potere fonoisolante apparente delle partizioni fra ambienti in riferimento ad una procedura normalizzata.

 

Art.8 D.P.C.M. 05/12/1997

I soggetti che presentino richiesta di concessione edilizia per nuove costruzioni dopo l'approvazione del presente regolamento, devono adeguare gli elementi costruttivi, i loro componenti e gli impianti tecnologici, in conformità a quanto stabilito dalla tabella A allegata al D.P.C.M. 05/12/1997 e devono contestualmente presentare idonea certificazione attestante il rispetto delle definizioni, metodi, misure e parametri previsti dal D.P.C.M. 05/12/1997 e nella tabella B (fac-simile delle certificazioni da allegare potrà essere richiesta all'ufficio Tecnico Comunale).