Prassi di Riferimento UNI/PdR 65:2019 sui prodotti in lana minerale

Di Knauf Insulation - Luglio 25, 2019

Il 22 luglio scorso l’UNI ha pubblicato la Prassi di Riferimento UNI/PdR 65:2019 "Linee guida per l’applicazione dei prodotti in lana minerale per edilizia".

Le prassi di riferimento sono documenti para normativi nazionali che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un processo di condivisione ristretta ai soli autori in appositi “Tavoli” indipendenti dagli organi tecnici del Sistema UNI ma comunque sotto la conduzione operativa dell’UNI, che ne cura anche la pubblicazione.

In questo caso, la Prassi di Riferimento UNI/PdR 65:2019 è stata elaborata dal Tavolo "Lane minerali”, al quale hanno collaborato, con il coordinamento dell’UNI, Assovetro (Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro), Ancitel Energia e Ambiente e FIVRA (Fabbriche Isolanti Vetro Roccia Associate), a cui aderisce anche Knauf Insulation Italia che ha concorso direttamente alla stesura del documento grazie alla partecipazione di un suo esperto al tavolo.

L’intento del documento, come dichiara il titolo “Linee Guida per l’applicazione dei prodotti in lana minerale per l’edilizia”, è quello di fornire ai progettisti, ai tecnici delle pubbliche amministrazioni, ai direttori dei lavori e a tutti gli operatori interessati del settore dell’edilizia, indicazioni pratiche circa le prestazioni e applicazioni delle lane minerali di roccia e delle lane minerali di vetro per isolamento sia in fase di progettazione, sia per la redazione di capitolati.

La prassi non si applica agli isolanti termici per gli impianti degli edifici e per le installazioni industriali.

Il documento si propone dunque di approfondire i diversi aspetti dei materiali ed al contempo di essere un valido riferimento per tutti gli operatori del settore.

Illustra, infatti le proprietà delle lane minerali sotto il profilo dell’isolamento termico, dell’isolamento e dell’assorbimento acustico, del comportamento e delle prestazioni antincendio; analizza i benefici ambientali, sociali ed economici, gli impatti ambientali per indicatori dell’LCA, le caratteristiche prestazionali qualificanti - meccaniche, chimiche e fisiche - in relazione alle disposizioni in tema di prestazione energetica; descrive la tipologia ed applicazione dei prodotti, ed esprime considerazioni in materia di salute e sicurezza.

La prassi fornisce, inoltre, alcuni utili allegati, tra cui delle schede di verifica del progetto/del cantiere riferite agli elementi opachi, e gli elementi per la compilazione di un capitolato speciale d’appalto per le parti relative all’utilizzo delle lane minerali.

Per scaricare il documento in formato pdf cliccare qui.

Fonte: UNI